L' Eremo sul Fiora sui sentieri dei monaci e briganti (VT)

L' Eremo sul Fiora sui sentieri dei monaci e briganti (VT)

Lungo l’etrusco fiume Armine, lo storico fiume di Vulci ed attuale Fiora, nell’alto Medioevo tra le profonde forre alcuni monaci in fuga dalle tentazioni del mondo scavarono la loro dimora, per sentirsi più vicini a Dio ed al creato, inebriati dal frastuono silenzioso della natura.
 
Nacquero così vari romitori (eremi) rupestri  per vivere la spiritualità cristiana in questo nuovo modo prendendo spunto dalla vita di S. Antonio, primo eremita della storia.
 
L’eremo di Poggio Conte si presenta con gli ambienti di abitazione quasi del tutto franati ma con una piccola quanto incredibile chiesa in stile gotico-cistercense con ambienti a cupola, volte a crociera, pilastri, altare e  cattedra vescovile interamente scavati nella roccia con resti di affreschi, decorazioni ed un grande quadrifoglio a rilievo posto nella cupola.
 
Probabilmente questi eremi dipendevano da un’abbazia benedettina ora scomparsa ma ancora oggi sono luoghi dell’anima, dove si leggono i segni di una spiritualità primordiale e perduta.
 
Infatti, la gola naturale che ospita l’eremo e che sembra racchiudere il cielo come il Panteon di Roma, ha come scenario un piccolo rivolo d’acqua che cadendo dall’ alto costone tufaceo contribuisce a rendere questo uno dei posti più affascinanti e straordinari che la Tuscia possa offrire.

Escursione a cura di Antico Presente
 
Guida
Sabrina Moscatelli, Guida Turistica Abilitata e Guida Ambientale Escursionistica iscritta nel registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino Numero LA339).
 
Dati tecnici
Il percorso è facile ed ha una lunghezza di circa 5 km con un dislivello di 50 metri. Durata 3 ore.
 
Appuntamento
Sabato 18 aprile 2020 ore 14.30 al parcheggio del ristorante Isolina sulla SP Doganella 106, Km 12.300, Canino VT. Per il luogo preciso CLICCA QUI.
 
Equipaggiamento
Abbigliamento sportivo, scarponcini da trekking, acqua. Utili i bastoncini.  Se le condizioni meteo lo permettono, portate anche una merenda o aperitivo al sacco perché non c’è nessuna struttura nelle immediate vicinanze.

 Condizioni
Minimo 15 partecipanti. Prenotazione obbligatoria entro e non oltre il 16 aprile 2020. Con la prenotazione i partecipanti dichiarano di avere la giusta preparazione per l’escursione. Cani ammessi con il guinzaglio.
 
Quota individuale
€10,00 comprensiva di polizza professionale RC con massimale di Euro 5.000.000. I ragazzi fino a 16 anni non pagano mai la quota di partecipazione ma solo gli ingressi ove richiesti.
 
Info e prenotazioni
Sabrina 339 5718135; info@anticopresente.it; www.anticopresente.it

 

Chiedi informazioni o prenotati



  1.  
11 Aprile 2020
Pasqua e 1° maggio: due weekend nelle meraviglie della Tuscia
In due fine settimana, le mete più esclusive ed emozionanti della Tuscia (VT) con guida turistica...