La riserva del lago di Vico (VT)

La riserva del lago di Vico (VT)

Sul fondo di una conca ammantata di boschi, quello di Vico è senz'altro uno dei laghi più belli del Lazio e dell'Italia centrale, che secondo una leggenda fu generato dalla clava che Ercole conficcò nel terreno per sfidare gli abitanti del luogo.

Divenuta area protetta dal 1982, la Riserva comprende al suo interno ambienti di grande interesse naturalistico, notevolmente diversificati seppur racchiusi in un territorio limitato, l'intero bacino lacuale dalla tipica forma a ferro di cavallo, nonché la cinta montuosa che lo circonda.

In realtà, ciò che oggi si vede è la testimonianza di una lunga attività vulcanica del vulcano Vicano che con l'esplosione del cono principale e il suo sprofondamento diedero origine a una caldera al cui interno emerse un piccolo cono lavico, l'attuale Monte Venere. Terminata l'attività vulcanica, le sorgenti sottostanti e le grandi piogge formarono il lago, ed il Monte Venere divenne un'isola che rimase per millenni abbracciata dalle acque del lago.

Col tempo, la valle e i crinali si ricoprirono di una fitta estensione di impenetrabili boschi. La zona rimase inesplorata per millenni fin quando i Romani espugnarono la città etrusca di Sutri ed inseguirono gli etruschi fuggiaschi nella Selva Cimina.
Solo allora si addentrarono in quella selva impenetrabile, mai esplorata perché ritenuta abitata da demoni.
I colori della palude, insieme a quelli delle numerose essenze arboree come il faggio, l'acero, le querce, i noccioleti e castagneti da frutto, rendono il paesaggio unico nel mutare delle stagioni.

Suggestiva è la faggeta depressa di Monte Venere (così chiamata per essersi sviluppata ad una quota insolitamente bassa), che annovera esemplari pluricentenari con tronchi di enormi dimensioni.

La fauna è ricca di biodiversità con numerose specie di pesci, piccoli e grandi mammiferi, rapaci notturni e diurni e soprattutto uccelli acquatici come lo Svasso Maggiore, che da sempre è il simbolo della Riserva.

Chiedi informazioni o prenotati



  1.