» Home » etnotour

Il Molise delle antiche tradizioni; Agnone, Pietrabbondante, Sepino, Venafro, Frosolone

Il Molise delle antiche tradizioni; Agnone, Pietrabbondante, Sepino, Venafro, Frosolone

11-13 ottobre 2019;; un weekend tra i  borghi più autentici nella terra dei Sanniti.
Esperienze, emozioni, turismo responsabile e turismo dei borghi .
 
Sospesi tra terra e cielo. 3 giorni di tour alla ricerca di quanto di più vero e incantevole riserva questa terra. Ci lasceremo portare dai suoi racconti, ai luoghi mistici più preziosi da immaginare, dalle più antiche tradizioni ai sapori più autentici di questa regione.
 
Caratteristiche paesaggistiche, ambientali e culturali uniche, poderose vestigia di storia, foreste incontaminate, distese erbose dove l’allevamento è ancora una ricchezza, tradizioni ancestrali, gastronomia fortemente ancorata alla terra e borghi tranquilli, arroccati sui monti,  dove il tempo scorre lento e vive il sapore dell’autentico e del passato: questo il patrimonio inestimabile che intendiamo condividere con voi.
 
Un'esperienza piena, rotonda, come crediamo debba essere inteso il turismo ai nostri giorni, ma soprattutto accompagnata da una persona del luogo che ne conosce i più intimi segreti.
 
Appuntamento
Venerdì  11 ottobre alle ore 15,00 a Castel Petroso al Santuario dell' Addolorata (per il luogo preciso CLICCA QUI) oppure alle 16.45 ad Agnone, alle fonderie Marinelli (per il luogo preciso CLICCA QUI). La visita alla fonderia inizia INDEROGABILMENTE alle ore 17.00.
È RICHIESTA LA MASSIMA PUNTUALITÀ. L’evento si conclude il pomeriggio del 13 Ottobre con rientro previsto per le 20.00 circa.
 
Il tour …
Il nostro viaggio, ognuno munito di mezzi propri, ci porterà nei luoghi più significativi della più piccola e meno popolata regione  dopo la Valle D'Aosta, poco conosciuta, ma generosa nello svelare le sue bellezze e ricchezze. La storia, le antiche tradizioni e i tratturi di montagna sono alla base di questa esperienza che toccherà queste località:
 
Il borgo di Venafro con un grande numero di chiese, è circondato da mura ed ha il suo punto più alto nel Castello Pandone, di origine longobarda, che ospita al suo interno opere del territorio regionale di grande valore storico, e singolari affreschi con cavalli. Castel Petroso, un santuario come un castello delle favole; Frosolone, piccolo borgo legato ancora oggi alla tradizione della Transumanza verso la Puglia, tra antichi tratturi, grandi artigiani di coltelli ed una produzione notevole di caciocavalli; Pietrabbondante, sogno ad occhi aperti, beltà sannita, un borgo tipico con uno tra i più importanti teatri della storia, per magnificenza e imperscrutabile bellezza arroccata sulla rupe più alta della vallata; Agnone, città di arte e di grandi tradizioni metallurghe, specialmente del rame e delle campane. Sepino, la Pompei del Molise.
 
Primo giorno
Inizieremo la conoscenza del Molise subito all'uscita di una delle maggiori vie di comunicazione locali. Da lontano infatti scorgeremo una tappa imperdibile della religiosità molisana. Maestoso quanto inaspettato, un Santuario che si presenta come un castello delle favole! Ci fermeremo a visitarlo proprio a Castel Petroso, dove è sorto il santuario in seguito alle apparizioni della Vergine Maria e guarigioni. Nel luogo delle apparizioni scaturì una sorgente d’acqua che si rivelò miracolosa. Il santuario è in stile gotico francese ed è stata progettato per essere un inno a Maria e al Molise.
 
Sarà poi la volta di approfondire la conoscenza di Agnone,  città d’arte e di grandi tradizioni, e di ciò che la rende famosa nel mondo:  la  lavorazione del rame, delle campane ed una suggestiva processione natalizia, La “Ndocciata”, il più grande rito del fuoco conosciuto, patrimonio mondiale Unesco. Visiteremo la Pontificia fonderia di campane di proprietà della famiglia Marinelli, che la gestisce da numerose generazioni, e si distingue per essere la più antica fonderia italiana. Proprio qui sono state prodotte molte delle campane dei più grandi santuari al mondo, con grande esperienza, accuratezza ed  accompagnando alla produzione suggestivi rituali che ripercorreremo. La tradizione di fondere e forgiare i metalli sin da 2500 anni fa, nel medioevo  essa andò via via specializzandosi nel particolare settore dei bronzi sacri e nei primi anni del 1900 sopravvivevano ancora alcune famiglie di “campanari” agnonesi. Quella dei Marinelli, con i suoi 1000 anni di incessante attività, è la più antica officina al mondo ancora  operante. 
 
Secondo giorno
Inizieremo la giornata con la visita di una Morgia, un'enorme formazione calcarea che ricorda i camini delle fate della Cappadocia, divenuta insediamento rupestre in diverse epoche. Costeggiando gli antichi tratturi, arriveremo a Frosolone, dove si pratica ancora la transumanza del bestiame. Saliremo poi sulla montagna per iniziare una passeggiata panoramica, tra faggeta, resti di un insediamento sannita ed un sentiero di crinale con una vista mozzafiato. Il percorso è facile e fattibile per tutti! Al ritorno o ci fermeremo al piccolo paese per conoscere le produzioni artigianali di coltelli e caciocavalli! Dopo una gustosa degustazione, per la posizione non lontana, mi piacerebbe proporvi facoltativamente una passeggiata notturna (e per questo maggiormente suggestiva) di Sepino, una piccola Pompei del Molise, ma vedremo se riusciamo con i tempi e stanchezza!
 
Terzo giorno
Ci sposteremo nel piccolo borgo di Pietrabbondante  in uno dei più importanti siti del territorio: sul pendio del monte, i Sanniti edificarono un maestoso complesso di culto costituito da un teatro, un tempio e due edifici porticati ai lati di quest'ultimo. I lavori iniziarono alla fine del II secolo a. C. L'edificio era destinato sia al culto che alle attività istituzionale. La posizione è strepitosa e la sua storia, ancora di più! Ascolteremo qui la voce di un sannita, che ha una bella storia da raccontarci…
 
Sarà la volta di fare un viaggio affascinante nel cuore di Isernia e del Molise intero: Non può esserci infatti, introduzione migliore al territorio della visita al Museo del costume Molisano. 40 costumi completi femminili, diversi pezzi d’abbigliamento, una corposa raccolta fotografica, documenti d’epoca ed  oltre mille pezzi di oreficeria popolare antica. Vi sono costumi di uso festivo, realizzati per occasioni particolari quali le nozze e indossati dalle donne anche sul letto di morte. La preziosità della raccolta museale, aldilà della indubbia bellezza intrinseca dei costumi e degli ori, risiede soprattutto nella qualità, rarità e buono stato di conservazione. A ciò si affianca la capacità di testimoniare il complesso universo simbolico che le genti molisane esprimevano attraverso l’uso del costume popolare, recuperato attraverso la ricerca archivistica e le testimonianze orali di generazioni ormai scomparse.
 
Per concludere la nostra favola, non poteva mancare un castello, che visiteremo a Venafro, cittadina conosciuta anche come Porta del Molise, quarta città della regione per abitanti un tempo annessa alla Campania, con cui confina ed  influisce soprattutto su alcune caratteristiche linguistico-culturali. Il borgo di Venafro è circondato da mura e ha il suo punto più alto nel Castello Pandone, di origine longobarda, che ospita al suo interno il Museo Nazionale del Molise, custode di opere del territorio regionale di grande valore storico. Il castello di Venafro prende il nome dalla famiglia Pandone, antica proprietaria di questo maniero medievale , trasformato nel XVI secolo in palazzo nobiliare. In un’ala del castello si possono visitare gli ambienti nobilitati dal conte Enrico Pandone tra il 1522 e il 1527 con originali e spettacolari affreschi rappresentanti i cavalli di sua proprietà, oppure il Salone nobile col ciclo di affreschi a tema bucolico sempre del sedicesimo secolo. In un’altra ala è ospitato il Museo Nazionale del Molise, che conta su opere pittoriche tra età paleocristiana ed età moderna.
 
Le visite potranno variare date e logistica a giudizio della guida, al fine di ottimizzare le esperienze in base alle condizioni meteo e agli altri imprevisti che potrebbero presentarsi.
 
L’alloggio
Consigliamo una sistemazione ad Agnone, luogo centrale e d’incontro per i giorni del tour.  Molte strutture, offrono un piacevole soggiorno fatto di semplicità, accoglienza e persone meravigliose! Riguardo all’alloggio ognuno è libero di scegliere il tipo di sistemazione che preferisce, e se la mezza pensione, o solo il pernottamento. Ognuno provvede da se per la prenotazione, caparra e pagamento. Se volete chiamateci così possiamo consigliarvi al meglio in base alle vostre esigenze, ma per avere un idea di quello che può essere un costo, inseriamo un ipotesi concreta e già sperimentata. 
 
Costi

  • €50,00 euro (al giorno e a persona) per camera doppia e cena, o €30,00 euro (a persona al giorno) per camera doppia senza cena.
  • €50,00 euro (a persona) per le guide presenti durante il tour.
  • €35,00 euro per i biglietti d'ingresso inclusa la degustazione.
 Info e prenotazione
Referente tecnico: Sabrina Moscatelli, Guida Turistica ed Ambientale Escursionistica professionista associata ad AIGAE,  339.5718135 o sabrina@anticopresente.it
 
Varie
IL TOUR INCLUDE DELLE PASSEGGIATE DI LIVELLO FACILE, ALLA PORTATA DI TUTTI I CAMMINATORI, CHE NON SUPERANO I 6 KM CON 250 MT DI DISLIVELLO.
 
I POSTI SONO LIMITATI E DISPONIBILI FINO AD ESAURIMENTO. Prenotazione con caparra non rimborsabile.RICHIEDENDOLA, POTRETE RICEVERETE LA LOCANDINA CON I DETTAGLI TECNICI DELL'EVENTO, LE INFORMAZIONI PRATICHE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLA CAPARRA PER BLOCCARE LA DISPONIBILITA’ DELLE GUIDE.
 
RIMANGONO ESCLUSE LE SPESE PER IL PRANZO (al sacco), LA CENA DEL SABATO  E IL CARBURANTE PER LE AUTOVETTURE ( una volta lì, gli spostamenti sono minimi). Se si è disponibili a condividere il viaggio in auto, si prega di comunicarlo.
PRENOTAZIONE ENTRO E NON OLTRE IL 30 SETTEMBRE 2019
 
Acconto obbligatorio di prenotazione:  €20,00 euro a persona per bloccare le guide.
Da versare con bonifico bancario al seguente IBAN: IT56I0538714500000003003833 (BPER BANCA S.P.A), intestato a Sabrina Moscatelli con causale: “ Tour Molise Ottobre 2019” INVIARE VIA MAIL COPIA DEL VERSAMENTO.

Chiedi informazioni o prenotati



  1.