Archeologia e mosaici bizantini: il Mausoleo di Santa Costanza a Roma

Archeologia e mosaici bizantini: il Mausoleo di Santa Costanza a Roma

Vi portiamo in un luogo davvero suggestivo, oltre le mura Aureliane, al I° miglio dell’antica via Nomentana, dove la martire Agnese, famosa per la sua morte nel circo agonale di Piazza Navona, trova sepoltura.
 
Il complesso archeologico che visiteremo si articola in tre parti distinte che seguono un ordine cronologico: i resti della Basilica circiforme di IV secolo presso le catacombe dove era sepolta Santa Agnese, lo straordinario Mausoleo di Santa Costanza (IV secolo) con i mosaici più antichi di Roma e Basilica di Sant’Agnese fuori le Mura (VI secolo), dove campeggia un importante mosaico bizantino, voluta da papa Onorio in sostituzione della allora fatiscente basilica circiforme.
 
Il Mausoleo di Santa Costanza è uno tra i migliori e senz’altro più antichi complessi dell’alto medioevo, poco conosciuto, ma di grande fascino e attrazione culturale per la stratificazione storica dei suoi monumenti, reso ancora più interessante dalla bellezza e dalla vastità dei mosaici policromi presenti all'interno degli edifici sacri – i primi mosaici a tema cristiano presenti a Roma –, dalle pregiate colonne di spoglio e dall’impianto circolare con matroneo. Questo grande edificio funerario è nato appositamente per accogliere il prezioso sarcofago in porfido di Costanza, figlia dell'imperatore Costantino, morta nel 354 e oggi conservato nelle sale dei Musei Vaticani.
 
Costanza fece volutamente edificare il sontuoso edificio in prossimità del sepolcro di sant'Agnese, alla quale era molto devota e, da allora, poco è cambiato. Rimarrete stupiti dalla bellezza dei mosaici delle volte perfettamente conservati, dalle caratteristiche curiose, poiché i temi rappresentati ci fanno conoscere un momento particolare della storia, a metà tra la suggestione dei culti pagani e quelli tipicamente cristiani.  E forse i costruttori e mosaicisti di allora non si sarebbero mai immaginati che questo Mausoleo sarebbe diventato un esempio destinato ad influenzare l’architettura medioevale non solo romana ma mondiale.
 
Da qui ci sposteremo nei pressi delle Catacombe di Sant’Agnese, dove sorge la vicina Chiesa a lei dedicata, Sant’Agnese fuori le Mura, che visiteremo ammirando, tra l’altro, anche i preziosi mosaici absidali del VII secolo, con l'immagine di sant'Agnese affiancata dai papi Onorio I e Simmaco, su di un vasto sfondo a tessere d'oro, a testimoniare l'introduzione nella capitale di un nuovo linguaggio astratto e trascendentale, prettamente bizantino.
 
La visita a questo complesso monumentale svelerà tutti gli aspetti curiosi, oltre a ripercorrere le prime fasi della storia del Cristianesimo a Roma, proprio qui dove sorgeva una delle necropoli cristiane più vaste della città.
 

Chiedi informazioni o prenotati



  1.  
27 Dicembre 2019
Parchi, borghi e castelli: Weekend nelle meraviglie della Tuscia
27-29 dicembre 2019. Eperienze, emozioni, turismo responsabile e turismo dei borghi. ...